Proteggiamo le zampe dei nostri cani dall’asfalto bollente

asfalto zampe cani

 

Finalmente è arrivata l’estate! Le giornate si sono allungate, così come le nostre passeggiate. Attenzione però, questo non vale, ahimè, anche per i nostri cani.  Anzi, dovremmo avere cautela. Vi è capitato di portare fuori il vostro amico peloso e questo, dopo aver fatto i suoi bisogni, abbia voluto rientrare subito a casa?

Ebbene sì, non dimentichiamoci che estate significa anche temperature più alte. Come noi, anche loro soffrono il caldo, e alcuni anche di più. E non solo, attenzione all’asfalto! Avete presente, quando andiamo al mare, le corse che facciamo perché la sabbia brucia tantissimo?

Per loro è la stessa cosa. Sebbene la cute che riveste i cuscinetti del cane sia spessa e fortemente cheratinizzata (eccetto che nei cuccioli nei quali è molto più delicata), la temperatura dell'asfalto e dei marciapiedi può oltrepassare i 50°C e, dunque, sottoporre la superficie plantare dei nostri amici a gravi ustioni.

Evita quindi le passeggiate sull’asfalto scottato dal sole ed in generale nelle ore più calde

È importante, quindi, evitare le passeggiate con il cane durante le ore più calde. La mattina presto, intorno alle 08:00 o prima, e la sera tardi, dopo le 20:00, sono i momenti in cui effettuare le passeggiate più lunghe e le attività più dinamiche, come una bella corsa al parco.

Anche se fa caldo però i nostri amici hanno comunque bisogno di uscire nelle ore centrali della giornata, e questo non si può evitare.

L’ideale sarebbe riuscire a fare una seconda passeggiata, tra le 10:30 e le 12:00 massimo, ricercando le zone all’ombra e ventilate. Questo vi permette di saltare le ore più calde, che vanno dalle 13:00 alle 16:00 a seconda della località e dell’altitudine. La prossima uscita, a seconda dell’età del cane e della sua capacità di trattenere i bisogni, può essere fatta dalle 16:00 o dalle 17:00 in poi.

Tutte queste accortezze, oltre a preservare le zampe dei nostri cani, aiutano anche a prevenire il colpo di calore.

Iscriviti al Webinar sul Colpo di calore

Gratuito - 6 Agosto

 

Il colpo di calore consiste in un innalzamento della temperatura interna del cane come conseguenza ad alte temperature esterne e, in alcuni casi, a degli sforzi fisici intensi.

Attenzione però:

il colpo di calore può avvenire anche di notte, anche in cani giovani e in salute, anche quando non stanno facendo particolari attività fisiche.

Non solo l’orario, ma anche il luogo della passeggiata va scelto attentamente!

Per le passeggiate centrali della giornata, se abitiamo in città e ne abbiamo la possibilità, carichiamolo in macchina e cerchiamo di portarlo nel parco, o su strade non asfaltate. Stesso discorso anche se stiamo in campagna, cerchiamo di farlo camminare su sentieri non asfaltati e ombreggiati, evitando attività troppo dinamiche: non tutti i cani si sanno regolare! Una volta rientrati facciamo trovare dell’acqua fresca di rubinetto al nostro cane, affinché si disseti.

Alcuni accorgimenti

Nel caso in cui non ci fosse la possibilità di avere un terreno non asfaltato anche solo per portare il cane a fare i propri bisogni nelle ore centrali della giornata, possiamo consultare un Educatore Cinofilo per ipotizzare l’uso di scarpine protettive da infilare nelle zampe del nostro amico. In questo caso la consulenza con l’Educatore è fondamentale: i nostri cani avranno il bisogno di abituarsi con gradualità ai nuovi oggetti, associandoli a qualcosa di positivo, altrimenti ogni passeggiata diventerà una tortura!

In alternativa alle scarpine, o anche in aggiunta a seconda del caso, è importante prendersi cura delle zampe con delle creme protettive specifiche per polpastrelli: il veterinario saprà sicuramente quali prodotti consigliarvi! Ovviamente non proteggono dall’asfalto bollente, per cui sono da usare contro la secchezza dei polpastrelli.

 

Ultimo, ma non meno importante, evitare assolutamente di lasciare il cane in macchina, sul balcone o in aree scoperte ed al sole. Cercare di lasciarlo in zone dove ci sia fresco ed ombra e ricordarsi di portare con sé l’acqua anche quando si vanno a fare le passeggiate.

Armida Kaloti, Educatrice Cinofila Dobredog Pisa

Iscriviti al Webinar sul Colpo di calore

Gratuito - 6 Agosto

Altri Articoli dal Blog